Vai a sottomenu e altri contenuti

Interventi in favore alle famiglie

Menù:

  • Assegno di maternità L.448/98 ART. 65
  • Assegno nucleo famigliare L. 448/98 ART. 66
  • Agevolazione sulle tariffe energetica (bonus energia sgate)
  • Contributi canone locazione
  • Assistenza economica straordinaria o continuativa

Assegno di maternita' L. 448/98 art. 65

La madre non lavoratrice può chiedere al proprio Comune di residenza l'assegno di maternità per la nascita del figlio oppure per l'adozione o l'affidamento preadottivo di un minore di età non superiore ai 6 anni (o ai 18 anni in caso di adozioni o affidamenti internazionali). La madre lavoratrice può chiedere l'assegno se non ha diritto all'indennità di maternità dell'Inps oppure alla retribuzione per il periodo di maternità.

La domanda può essere presentata al CAF convenzionato con il Comune che attualmente è il CAF CGN con sede in Villamar - Via Roma - presso l'ufficio della dottoressa Manuela Serra. La richiesta va presentata entro sei mesi dalla nascita del figlio o dall'ingresso in famiglia del minore adottato/affidato.

Assegno nucleo familiare L. 448/98 art. 66

Possono richiedere l'assegno per il nucleo familiare i cittadini che si trovano nelle seguenti condizioni:

  • I cittadini italiani o comunitari residenti nel territorio dello Stato;
  • i nuclei familiari composto almeno da un genitore e tre figli minori (appartenenti alla stessa famiglia anagrafica), che siano figli del richiedente medesimo o del coniuge o da essi ricevuti in affidamento preadottivo;
  • nuclei familiari con risorse reddituali e patrimoniali non superiori a quelle previste dall'indicatore della situazione economica (I.S.E.E) valido per l'assegno stabilito annualmente con circolare dell'INPS.

La domanda può essere presentata al Comune di residenza tramite il CAF convenzionato con il Comune che attualmente è il CAF CGN con sede in Villamar - Via Roma - presso l'ufficio della dottoressa Manuela Serra entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale è richiesto l'Assegno al nucleo familiare .

L'assegno è pagato dall'Inps dopo che il CAF convenzionato ha trasmesso, per conto del Comune, tutti i dati necessari per il pagamento.

Tale assegno è rimasto in vigore fino al 28 febbraio 2022. Dal 1^ marzo 2022 questo intervento è stato assoribito dall'assegno unico universale.

L'Assegno unico e universale è un sostegno economico alle famiglie attribuito per ogni figlio a carico fino al compimento dei 21 anni (al ricorrere di determinate condizioni) e senza limiti di età per i figli disabili. L'importo spettante varia in base alla condizione economica del nucleo familiare sulla base di ISEE valido al momento della domanda, tenuto conto dell'età e del numero dei figli nonché di eventuali situazioni di disabilità dei figli.

L'Assegno è definito unico, poiché è finalizzato alla semplificazione e al contestuale potenziamento degli interventi diretti a sostenere la genitorialità e la natalità, e universale in quanto viene garantito in misura minima a tutte le famiglie con figli a carico, anche in assenza di ISEE o con ISEE superiore alla soglia di euro 40mila.

Agevolazione sulle tariffe energetica (bonus energia sgate)

Il Bonus Elettrico è l'agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica.

La misura è riconosciuta per il disagio economico ai nuclei familiari con un reddito uguale o inferiore a euro 8.107,50 ISEE oppure a euro 20.000,00 ISEE per le famiglie con 4 o + figli a carico con potenza impegnata fino a 3 kw e una potenza impegnata fino a 4,5 kw in caso di numerosità oltre 4 componenti.

Il Bonus energia per disagio economioco, in base a quanto stabilito dal D.L. 26/10/2019,N. 124, COMMA 5 ART. 57, dal primo gennaio 2021, viene riconosciuto automaticamente a tutti i soggetti il cui ISEE sia compreso entro i limiti stabiliti dalle norme vigenti. Pertanto non è necessario presentare istanza alcuna.

Rientrano, ulteriormente, negli aventi diritto al Bonus per l'energia, quei clienti elettrici presso cui è presente un soggetto affetto da grave malattia che necessita dell'utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita. In questi casi il Bonus viene concesso per i titolari di qualsiasi reddito.

La domanda per il bonus elettrico per disagio fisico può essere presentata al Comune di residenza tramite il CAF convenzionato con il Comune che attualmente è il CAF CGN con sede in Villamar - Via Roma - presso l'ufficio della dottoressa Manuela Serra.

Possono ottenere il bonus per disagio fisico tutti i clienti domestici affetti da grave malattia o i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, che richiede l'utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.

Contributi canone locazione

Con cadenza annuale la Regione Autonoma Sardegna addotta un provvedimento con il quale autorizza i Comuni alla pubblicazione del Bando relativo alla concessione dei contributi ad integrazione dei canoni di locazione a valere sulle risorse assegnate al Fondo nazionale di sostegno per l'accesso alle abitazioni in locazione di cui all'articolo 11 della Legge 431/1998.

Per l'ammissione al contributo è necessario essere residenti nel Comune di Villamar, essere titolari di un contratto di locazione ad uso residenziale di unità immobiliare di proprietà privata o pubblica sita nel Comune di Villamar e occupata a titolo di abitazione principale o esclusiva, non avente natura transitoria. Il contratto di locazione dev'essere regolarmente registrato e sia regolarmente pagata l'imposta di registro per l'anno in cui si richiede il contributo.

Non si deve percepire per lo stesso titolo, sostegno per l'accesso all'abitazione, contributi da parte dell'Amministrazione comunale o da qualsiasi altro Ente

Tutti i requisiti devono sussistere al momento della presentazione della domanda.

Il contributo annuale è erogato in relazione alla formazione della graduatoria e nei limiti delle risorse assegnate, proporzionalmente al fabbisogno individuale, previa presentazione delle ricevute di pagamento del canone per l'anno di riferimento.

Assistenza economica straordinaria o continuativa

La richiesta di assistenza economica può essere presentata da individui singoli o famiglie che si trovano in situazioni di disagio economico permanente o temporaneo.
Alla richiesta di assistenza economica, compilata in ogni sua parte, deve essere allegato l'ISEE in corso di validità e tutta la documentazione che può essere utile a dimostrare la situazione di disagio economico.
Ogni richiedente verrà contattato dall'Assistente Sociale per approfondire la situazione e valutare la richiesta.
La domanda può essere presentata direttamente all'Ufficio Servizi Sociali del Comune.

A chi rivolgersi?

Assistente sociale Tel. 07093069313 email: soc.villamar@tiscali.it pec: segreteria.villamar@legalmail.it

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Area Socio Culturale
Referente: Simonetta Siddu
Indirizzo: Viale Rinascita n. 19 09020, Villamar (SU)
Telefono: 07093069318  
Fax: 0709306017  
Email: socioculturale@comunevillamar.it
Email certificata: segreteria.villamar@legalmail.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto